Orto Botanico ed Erbario – Università di Bologna

ancora visite

Lascia un commento

acqua-grasse

Annunci


Lascia un commento

La Botanica dei Miti: Dafne

Laurus nobilis

Laurus nobilis L., l’alloro

“Tu cingerai l’invitto capo intorno
A i sommi trionfanti imperatori”

Apollo aveva da poco sconfitto Pitone quando, ancora tutto insuperbito da tale vittoria, incontrò Eros che armava il suo arco e si mise a schernirlo. Così il dio dell’amore, offeso dalle parole di Apollo, decise di punirlo mostrandogli il proprio potere. Volò sulla cima del Parnaso e dal suo arco scoccò due frecce: quella dorata che suscita l’amore era destinata ad Apollo, mentre con quella di piombo che scaccia la passione trafisse la ninfa Dafne.
Immediatamente il dio s’innamorò, Dafne invece non voleva neanche sentir nominare la parola amore; lei avrebbe voluto vivere come Artemide, eternamente vergine. Ma Apollo accecato dalle bramosie d’amore iniziò a rincorrerla e lei a scappare impaurita, come ogni preda davanti al nemico. Dafne fuggiva velocemente ma il dio, aiutato dalle ali della passione, correva ancor di più. Allora la ninfa, stremata da quella corsa disperata, chiese aiuto al fiume Peneo, suo padre, chiedendogli di dissolvere il proprio aspetto, causa di tutte quelle attenzioni. Il padre ascoltò le sue preghiere: il petto della giovane si fece corteccia, i folti capelli si allungarono in fronde, le braccia in rami e i piedi restarono inchiodati a terra tramutandosi in radici.
Persino con quelle sembianze l’amore di Apollo nei confronti di Dafne restava immutato; baciando e abbracciando il tronco disse: “Non sarai la mia sposa, sarai però il mio albero. O alloro, mai perderai l’ornamento della tua chioma, sempre le tue fronde adorneranno i miei capelli e sempre accompagnerai il capo dei vincitori”.

 

Gian Lorenzo Bernini: Apollo e Dafne (1622-1625). Roma, Galleria Borghese. Photo By dalbera from Paris, France (La Galerie Borghèse, Rome).

Gian Lorenzo Bernini: Apollo e Dafne (1622-1625). Roma, Galleria Borghese.
Photo By dalbera from Paris, France (La Galerie Borghèse, Rome).