I monumenti dell’Orto

Tra le già numerose bellezze presenti in Orto, da oggi possiamo vantare ben due alberi monumentali: la Ginkgo biloba del giardino anteriore e lo Juglans cinerea in fondo all’Orto.
I due esemplari sono stati inseriti ufficialmente nell’elenco degli alberi monumentali tutelati dalla Regione Emilia e Romagna (Legge 10 del 14 febbraio 2013 e D.I.M. 23 ottobre 2014).

La Ginkgo, dall’alto dei suoi 21 m, è una dei protagonisti del giardino anteriore, e fa parte della storia dell’Orto Botanico, essendo stata oggetto di studi di biologia fiorale da parte di Federico Delpino nel lontano 1889.

DSC_0002

L’esemplare di Juglans può vantare il suo primato nel giardino posteriore, dominando l’arboreto coi suoi 32,5 m di altezza e una circonferenza di ben 410 cm.

Foto - 1976ritagliata

Ogni albero monumentale godrà della tutela legata al vincolo paesaggistico e di una particolare attenzione da parte degli enti competenti, in considerazione del riconosciuto valore sia ecologico sia culturale, storico o paesaggistico degli esemplari.

Noi ne siamo particolarmente felici (e anche un po’ orgogliosi…); quando passate a (ri)vederli?

Annunci

Percorsi in Orto Botanico

I più attenti avranno notato che nel menù sotto la testata del nostro blog è comparsa la nuova voce “Percorsi in Orto Botanico“, dove verranno man mano raccolti i materiali ai quali stiamo lavorando per aiutare il visitatore a scoprire in autonomia le piante dell’Orto. Sono già stati pubblicati i primi due pieghevoli che potete scaricare e stampare (e che comunque potete anche ritirare all’Info-Point dell’Orto Botanico): le Piante Alimurgiche è rivolto a tutti i visitatori e racconta di alcune delle piante spontanee commestibili che crescono in Orto, mentre Caccia ai Tesori dell’Orto è rivolto ai più piccoli, per aiutarli a scoprire assieme ai genitori le sorprese dell’Orto Botanico. Fateci sapere cosa ne pensate…

percorsi

 

 

Ritornano gli incontri per riconoscere gli alberi

Che conosciate già l’Orto Botanico, o che siate alla vostra prima visita, rimarrete sorpresi nello scoprire quanti alberi diversi sono presenti al suo interno.

Ma come riconoscerli? Come possiamo distinguere una quercia da un frassino, o un abete da un pino?

Da sabato 9 luglio alle ore 10.00, e per tutti i successivi sabati del mese, terremo 4 diversi incontri per riconoscere gli alberi.

Gli incontri sono gratuiti, e durano circa 90 minuti.
Vi aspettiamo all’ingresso dell’Orto Botanico, in via Irnerio 42!

alberi2016