Orto Botanico ed Erbario – Università di Bologna

Ginkgo e Banano

Questo imponente albero è il ginkgo (Ginkgo biloba) con le sue caratteristiche foglie a ventaglio. Lo sai che durante l’autunno diventa uno spettacolo con tutte le foglie giallo dorate? Sì perché è un albero che perde le foglie per sopravvivere al gelo invernale.

Sempre durante l’autunno, ti capiterà di sentire sotto ad alcuni di questi alberi un odore fortissimo di cacca di cane … Bleah! Sono i semi che sono ricoperti da un involucro carnoso che emana questa puzzolina. Devi sapere che del ginkgo esistono piante femmina e piante maschio: solo le femmine fanno i figli (i semi) e quindi l’odore! Secondo te, questo è un albero maschio o un albero femmina?

Risposta: È femmina.

Lo sai che è chiamato anche fossile vivente? Questo perché esisteva già all’epoca dei dinosauri e non è minimamente cambiato da allora, anzi è molto resistente anche ad ambienti con tanto smog come la città.

Adesso osserviamo i banani giapponesi (Musa basjoo) alle tue spalle. Lo sapevi che sono piante erbacee? Questo perché non diventano mai legnosi, per quanto possano sembrarlo. Quello che noi vediamo sono le grandi foglie, strette une vicine alle altre per sembrare un tronco, ma in realtà esse spuntano da un fusto sotterraneo.

Questi banani vivono in natura in ambienti più caldi, quindi qui a Bologna fanno fatica a fare le banane, ma comunque non potremmo mangiarle perché sono piene di semi (banani ornamentali).

Lo sai chi impollina queste piante? Impollinare significa portare il polline dai fiori maschili a quelli femminili per formare il frutto che contiene i semi. Può essere trasportato dal vento, dall’acqua o da animali come gli insetti. Nel caso del banano ornamentale ci pensano i pipistrelli!

Ma da dove deriva il frutto? Dal fiore!!!