Pettirosso

pettirosso 3.jpgPettirossoErithacus rubecula (Linnaeus 1758)

Piccolo passeriforme della famiglia dei Muscicapidae, è un uccello canoro, principalmente insettivoro ma abituale frequentatore di mangiatoie nella stagione fredda. Gli adulti hanno il caratteristico petto rosso-aranciato che sfuma nel ventre bianco, con il dorso bruno-oliva. I giovani hanno il petto fittamente macchiettato. Le sue minute dimensioni nascondono un carattere temerario, sprezzante e territoriale, anche aggressivo se pensa che il suo nido possa essere in pericolo. Se un intruso di un’altra specie o della propria invade il suo territorio lo scaccia immediatamente assumendo un atteggiamento intimidatorio, gonfiando il petto e ripetendo il suo richiamo acuto, un tic persistente; può persino arrivare in modo brusco all’aggressione fisica.

Diffuso nei boschi di conifere dell’Eurasia e in Nord Africa, in Italia è una specie stanziale e nidifica nei buchi degli alberi, nelle siepi e nelle parti basse dei giardini urbani, soprattutto per ripararsi dal freddo invernale. Specie solitaria, forma coppie stabili solo durante la stagione riproduttiva verso i primissimi giorni di primavera, se non prima, periodo in cui diventa ancora più territoriale per difendere la femmina e la covata. Il nido ha la forma di una piccola coppa.

In città è presente tutto l’anno, tuttavia per le dimensioni ridotte e per l’abitudine di frequentare le zone più chiuse e riparate dei parchi è più facilmente visibile in inverno, con le siepi spoglie, mentre si avvicina coraggiosamente a balconi con briciole.

Pettirosso 2.jpg