Orto Botanico ed Erbario – Università di Bologna

5 Orto dei Semplici

Gli Orti Botanici che si trovano in tante città, spesso associati ad Università, hanno un’origine lontana nel tempo. Il loro progenitore è l’Orto dei Semplici, o Hortus simplicium, luogo destinato nel Medioevo alla coltivazione ed allo studio delle piante medicinali. “Semplici” venivano chiamati, nella terminologia medievale, i principi curativi che venivano ottenuti direttamente dalla natura, mentre “Compositi” erano i farmaci ottenuti miscelando e trattando sostanze diverse. I farmaci venivano sottoposti a vari trattamenti (essiccazione, macerazione, ecc.) nel laboratorio chiamato, con termine latino, officina. Perciò le piante medicinali vengono chiamate ancora oggi “officinali”.

Il primo Orto dei Semplici dell’Università di Bologna fu costituito da Ulisse Aldrovandi nel 1568, nel cortile del Palazzo d’Accursio, e fu il quarto al mondo, dopo Pisa, Padova e Firenze, tutti fondati attorno alla metà del ‘500. L’Orto dei Semplici ora ricostituito riprende la pianta di quel primo giardino aldrovandiano.

Attualmente le piante medicinali sono impiegate in modo diverso rispetto alla prassi delle antiche officine. Sono infatti utilizzate come materia prima per l’estrazione di alcaloidi (codeina, morfina, stricnina, ecc.), di glicosidi (digitossina, strofantina, ecc.) e di altre sostanze di interesse farmaceutico, come antibiotici, lassativi, ecc. Per rendere più agevole il percorso attraverso la terapia moderna e del passato, nel nuovo Orto dei Semplici le piante sono ordinate, a scopo puramente didattico, in settori corrispondenti al loro impiego più comune:

– sull’apparato digerente (contraddistinte da un cartellino con un angolo colorato in blù)

– sull’apparato respiratorio (viola)

– sul sistema cardio-circolatorio (verde)

– sul sistema nervoso (giallo)

– sull’apparato genito-urinario (azzurro)

– sulla cute (marrone)

– sul sistema muscolo-scheletrico (rosso)

– Piante ad attività antiparassitaria ed insetticida (arancione)

Anche questo tipo di classificazione non si presenta esauriente, in quanto molte specie presentano diversi impieghi per diverse affezioni, e andrebbero quindi riportate in più settori. La visita dell’Orto dei Semplici vuole suscitare nel visitatore il desiderio di conoscere le piante medicinali nel loro uso storico e nella terapia moderna, e si pone l’obiettivo di far riflettere su quanto vi sia ancora nel regno vegetale di inesplorato e di importante per la salute dell’uomo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...